maialino.it

 

Libri Cinema Teatro Gossip Animali Cartoni Musica Gallery Home

... " Ottobre 1969 a Milano, autunno caldo. Non nel senso del clima.

- E' arrivata una cartolina per te.
- Ah bene, da dove ? Qualche Ragazza ?
- No. Dal distretto militare.

Minchia.

Dovevo presentarmi  a Trapani. Trapani ? E dov è ?

Mancava una settimana, neppure il tempo di pensare a come organizzarmi. A come fare per salutare tutti gli amici e soprattutto le amiche.

La fidanzatina morettina che piangeva come una vitellina alla stazione: " Come facccio adesso, morirò, non resisto 15 mesi senza di te. Sono disperata "

E difatti non ha resistito 15 mesi, non avevo ancora finito il Car, tre mesi, e si era già messa con uno, un cantante di un famoso gruppo di alllora. Ah le donne, sono fantastiche comunque. Incredibili.

Come al solito a mia madre non avevo detto niente della domanda di anticipo, e per poco non mi muore d'infarto. Questo vizietto non l'ho mai perso, neppure adesso. Povera donna, una santa.

Si sa come sono le mamme, le loro preoccupazioni sono: il pigiama che non ho mai avuto, ( e che non ho ancora adesso ) le magliette di lana con la tasca interna per non farsi fottere i soldi, 80 paia di mutande, 50 di calze, era come partire per la campagna di Russia.

Finito il Car a Trapani, destinazione Udine, Artiglieria pesante, pesanti sarebbero stati tutti i mesi da fare.
Intanto nella mia Milano qualche testa di cazzo metteva le bombe.
Piazza Fontana era il 12 dicembre 1969.



Finivano così quelle paginette che avevo scritto sui mitici o quasi anni 60 e oggi 30 giugno 2005 la Naja non esiste più, l'hanno abolita. Era ora.

Tutti a casa, tutti congedati. Ci saranno solo professionisti.

Fatta in quel modo non serviva assolutamente a niente se non a rompere le palle.

Personalmente avevo fatto domanda per partire 6 mesi prima, a quei tempi partivano 3 scaglioni all'anno, e io anzichè partire con il secondo 70, partii con il terzo 69, e voi direte e chi se ne frega.

Devo ammettere che adesso potrei dirlo anche io, ma allora era una bella scocciatura, non potevi prendere impegni lavorativi di giorno per pagarsi gli studi di notte, ad ogni richiesta di lavoro c'era la famosa frasetta: " Milite Assolto ? " Ma quale assolto pirla, se ho appena compiuto19 anni.

E io che sono sempre stato decisionista e per: Via il dente via il dolore, eccomi a militare un pò prima del dovuto.

La cosa più importante a quei tempi era come imboscarsi, c'era chi si era specializzato e si inventava le cose più assurde:

- Martellata sul pollice, tre giorni in infermeria.
- Tabacco sotto le ascelle, riposo in branda
- Geloni a mani e piedi, Ospedale Militare per 20 giorni, una pacchia.
- Sturacessi, 3+2  di licenza. Un lavoro da bestia.
- Attendente del Capitano, Praticamente sciacquino. Un permessino ogni tanto. Un lavoro infame se in casa del capitano non c'erano donne sotto i 30 anni.

.. e via così.

Io il mio imboscamento l'ho fatto perchè ero nella squadra sportiva del Corpo d'Armata, sei mesi di pacchia a girare tutta Italia, mangiavi quello che volevi  ma poi. quel boia del Comandante di Gruppo, Colonnello, contrario allo sport e alle pacchie, mi ha fatto pagare tutto sudando lacrime e sangue per gli ultimi tre mesi. Una bestia. Me lo sogno ancora di notte mentre viene sodomizzato dalla pattuglia acrobatica. Le Frecce Tricolore tanto per capirci.

Esagero ? Voi in che girone dell'inferno lo mettereste uno che ti fa scuotere gli alberi per far cadere le foglie che sarebbero cadute domani ? Diceva:   "Così ci portiamo avanti."

Adesso mi viene da sorridere ma allora ero proprio incazzato fino all'odio estremo verso quell'essere.

Il militare fatto così, naturalmente non serviva a niente, 15 mesi buttati letteralmente via.
Mi fanno ridere quelli che dicono che il militare serve per inquadrarti, per metterti in riga, per formarti.

Ma dove ? No no, la vita militare non faceva proprio per me. Sono ben altre le cose che ti temprano, e in tutti gli dopo il militare me ne sono accorto benissimo. Ma questo è un altro capitolo.

Tutte balle, chi dice questo, la vita militare ce l'ha  già dentro, ed è già a posto per conto suo, ma per tutti gli altri non ci sono cazzi, un ragazzo di 20 anni non lo raddrizzi facendogli fare il pirla e facendolo annoiare per un anno, anzi s'incazza ancora di più. Era il mio caso.

Per cui ben venga la leva fatta solo di volontari, gente preparata, professionisti. Li vediamo adesso nelle varie missioni all'estero di pace o di guerra, qui dipende dai punti di vista, sono tutti molto preparati e soprattutto sono addestrati nel modo giusto per il lavoro che dovranno fare. Veri militari.

Concludendo, un rimpianto per la vita militare ogni tanto mi viene, ma è solo per non avere più quei 20 anni ormai così lontani.

Buon congedo a tutti. Mamme e fidanzate saranno più contete adesso.

... La cosa ridicola è che quando finisce il militare si grida; E' FINITA ... e invece comincia tutto nel bene e nel male.

Let It Be.  Era il mio 1969
 

Libri Cinema Teatro Gossip Animali Cartoni Musica HOME

Altri Personaggi