maialino.it

 

Libri Cinema Teatro Gossip Animali Cartoni Musica Gallery Home

Ricky Maiocchi

5 febbraio 2004

Addio Ricky

E' morto oggi all'eta di 64 anni Ricky Maiocchi.
Per i più piccoli diciamo che è stato uno dei fondatori del mitico complesso I Camaleonti.
Gruppo storico degli anni 60, poi passato a fare il cantante solista " in proprio".

Ricky aveva portato al successo diverse canzoni, tra le tante "Per Una Lira" e "Uno in Più", scritte da Mogol Battisti.

Per una lira
1966, è stato il primo pezzo scritto dalla coppia Mogol - Battisti

Per una lira io vendo tutti i sogni miei
per una lira ci metto sopra pure lei
È un affare sai
basta ricordare
di non amare
di non amare
Amico caro se c'è qualcosa che non va
se ho chiesto troppo tu dammi pure la metà
È un affare sai
basta ricordare
di non amare
di non amar
Per una lira io vendo tutto ciò che ho
Per una lira io so che lei non dice no
Ma se penso che
Tu sei un buon amico
non te lo dico
meglio per te
Ma se penso che
Tu sei un buon amico
non te lo dico oh no
Meglio per te

Aveva partecipato al Festival di Sanremo nel 1967, cantando "C'è chi spera", insieme a Marianne Faithfull, compagna di Mick Jagger.  Che tempi.

Ho conosciuto personalmente Ricky, nelle mie datate frequentazioni nei vari locali Milanesi.
Dal Paips di Corso Europa, dove insieme ai Camaleonti faceva quasi gruppo fisso, al Tecla, al For You di Galleria San Babila, dove Ricky metteva i dischi, praticamente un DJ.

Molto probabilmente adesso questi locali se esistono ancora avranno senza dubbio cambiato nome.

C'è un aneddoto che mi torna alla mente. Se volete ve lo racconto.

In un suo viaggio in Inghilterra, Ricky ebbe l'occasione di conoscere un giovane chitarrista, un certo Richie Blackmoore, lo portò in Italia per farlo suonare insieme a lui.

Arrivati in Italia, Ricky ebbe da ridire sulla reali qualità tecniche del giovane Richie Blackmoore e con molta franchezza gli disse: Lascia perdere la chitarra, non è il tuo strumento.

Richie Blackmoore, abbastanza incazzato se ne tornò in Inghilterra e fondò insieme ad altri i mitici e favolosi Deep Purple.

E divenne il Richie Blackmoore che tutti abbiamo avuto modo di apprezzare ed amare per come faceva viaggiare le dita sulla Gibson o sulle Fender.

Questo era Ricky Maiocchi e per questo, abbiamo passato tante sere a prenderlo per il culo, lui sorrideva e si beveva un altro Whisky Doppio, anzi due, tre...

E oggi inevitabilmente la mente viaggia lontano in ricordi che fino a ieri non ricordavo di avere.
Gli occhi lucidi però un pochino ci sono.

Ciao Ricky

ps: Non sono riuscito a trovare nemmeno una tua fotina.
Vabbè pazienza chi ti ricorda non ne ha bisogno. Qui Gli anni 60  per un tuffo nel passato

Altri Personaggi

Libri Cinema Teatro Gossip Animali Cartoni Musica Gallery HOME