maialino.it

 

Libri Cinema Teatro Gossip Animali Cartoni Musica Gallery Home

Cristoforo Colombo


Caro Cristoforo Colombo, come te la passi? Ho provato a chiamarti sul cellulare ma probabilmente devi essere in chissà quale mare visto che non prende mai.

Eh, ieri mi siete tornati in mente tu e quel viaggio che abbiamo fatto insieme nel lontano 1492! Che matti che eravamo, insomma, partire in quel modo, senza nemmeno preoccuparci di chiudere bene le finestre, senza portarci i maglioni di lana, così, su due piedi.

Eri più matto di me ma eri simpaticissimo quando ti sbronzavi, ti ricordi tutte le serate di bisboccia completa? Se non fosse stato per quelle serate non saremmo mai giunti nella nuova terra.
Ricordo ancora la tua espressione quando vedesti terra "Minchia ma dove cazzo siamo?"

Però che rosicata per quello stronzo di Amerigo Vespucci, ti ha proprio fottuto la terra da sotto il naso, ci ha piazzato la sua bandierina e tanti cari saluti al nostro equipaggio.

E poi sì che hai mostrato di essere un navigatore con le palle! E’ facile approdare in una terra nuova, basta sbagliare rotta e lasciarsi in balia delle onde, ma la vera bravura l’hai dimostrata riuscendo a tornare a casa. Chi cazzo avrebbe mai trovato la strada di ritorno? Mica avevamo il navigatore?

A proposito, ne ho fatto installare uno sulla mia barca, è un vero gioiello. E va bè amico, anche se hai trascorso 512 anni in cura dallo psicologo per via delle crisi di nervi contro Amerigo, adesso spero che tu te ne sia fatto una ragione.

Alcune volte mi domando come sarebbe stato se ce ne fossimo stati a casa nostra, se ce ne fossimo rimasti in qualche bel palazzo con due pupe o a giocare a carte. Forse l’America l’avrebbe scoperta qualcuno più sbronzo di noi, ma la storia sarebbe andata diversamente.

Forse non esisterebbe l’America di adesso, forse sarebbe migliore, non ci sarebbero state le guerre anche nel 2004. E poi vengono a dirci che siamo di un’altra epoca, vecchi, sorpassati, ma tu che hai sempre una risposta a tutto, mi diresti in cosa saremmo sorpassati?

Se non sbaglio la gente continua ad uccidersi anche adesso, non muore più per un raffreddore ma per via di malattie ben peggiori, le guerre sono molto più sanguinose delle nostre e mi domando: cos’hanno in più queste generazioni? Un navigatore? Be, quello lo so usare anch’io adesso, ho fatto un corso e ho preso anche la patente per il pc!

Come dice quel vecchio rimbambito in tv "l’ottimismo il profumo della vita" e io me lo sto sniffando tutto.

Caro Cristoforo, adesso ti saluto, metto questo pezzo di carta in una bottiglia e con la fortuna che hai la troverai sicuramente un giorno o l’altro.

Chissà, magari qualche giorno ti incontrerò sulla Nina….eh eh…vecchio volpone, mi riferivo alla nave, non a mia sorella Nina. Un abbraccio affettuoso.

Un tuo vecchio amico di bisboccia.

Libri Cinema Teatro Gossip Animali Cartoni Musica HOME

Altri Personaggi